MP4, MP3, MOV e MPEG4: Differenze e Caratteristiche a Confronto

MP4, MP3, MOV e MPEG4: Differenze e Caratteristiche a Confronto

Jul 29,2020 • Filed to: Recupero Video • Proven solutions

mp4-mov-mp3-mpeg-formats

"Cosa sono gli MP4 e in che cosa si differenziano dagli MP3? E gli MPEG4 sono come gli MP4? Ho un video MP4 che non riesco a far andare con nessun lettore multimediale. In che formato dovrei convertirlo?"

Questa è solo una delle tante domande che riceviamo regolarmente sui formati dei video. Proprio come per i file audio, anche i file video sono associati a diversi formati. I contenitori più noti e usati sono sicuramente MP3, MP4, MOV e MPEG4. Per quanto possano sembrare tutti simili, in realtà sono profondamente diversi. In questa guida, delineeremo chiaramente le differenze tra i formati, mettendo a confronto MP3, MP4, MOV e MPEG4. Continuate a leggere per togliervi qualsiasi dubbio sulle caratteristiche e sull’utilizzo di questi formati.

Prima Parte: In Cosa Consiste il Formato MP4?

Cominciamo con il formato video più comune in assoluto: l’MP4. Sviluppato dall’Organizzazione Internazionale per la Standardizzazione e dal Moving Pictures Expert Group, si tratta di un tipo di file che integra lo standard MPEG-4 Part 14 e include un solo formato video, con estensione .mp4.

  • Oltre ai dati video, può archiviare immagini e sottotitoli.
  • È prevalentemente utilizzato per memorizzare e riprodurre in streaming video con sottotitoli.
  • È particolarmente utilizzato con lettori multimediali portatili e servizi di streaming.
  • La differenza principale tra MPEG4 e MP4 sta nel fatto che, mentre MP4 si riferisce a una particolare estensione, MPEG è una sigla-ombrello che si riferisce a più formati audio e video.

Vantaggi

  • Poiché il formato MP4 è in grado di archiviare dati meta in formato XMP, è possibile usarlo per aggiungere informazioni sui video.
  • Supporta sia tecniche di compressione con perdita che senza perdita, consentendo l’ottimizzazione personalizzata dei dati.
  • È uno dei formati più richiesti per i servizi di streaming (per la sua capacità di contenere sottotitoli).

Riproduzione

Sapere che cos’è un MP4 non serve a molto se non si sa come riprodurre questi file. Per fortuna, non c’è bisogno di avvalersi di programmi di terze parti per leggere i video MP4, perché il formato è universale. È quindi possibile riprodurlo utilizzando Windows Media Player su Windows o QuickTime su Mac.

mp4-mov-mp3-mpeg-formats


Seconda Parte: In Cosa Consiste il Formato MP3?

Sviluppato da Moving Pictures Expert Group, l’MP3 è un notissimo formato per la compressione audio. È talmente popolare che i lettori musicali sono anche noti come "lettori MP3". Il formato è caratterizzato da standard di compressione elementari definiti in MPEG-1 e MPEG-2. Originariamente pubblicato nel 1993, il formato MP3 ha acquisito una fama ineguagliabile quasi immediatamente.

  • I file MP3 possono supportare un range di bitrate che va da 8 a 320 kbps. Ciononostante, i file più comuni hanno bitrate da 128 o da 320 kbps.
  • Poiché il formato presenta una compressione con perdita, riduce drasticamente (dal 75 al 90 percento) le dimensioni di file audio originali.
  • Il formato è stato originariamente introdotto con l’estensione ".bit", poi modificata in ".mp3" nel 1995.

Vantaggi

  • L’MP3 è un formato universalmente noto e usato per archiviare e comprimere file audio.
  • La riduzione drastica delle dimensioni dei file audio facilita l’archiviazione e la condivisione degli MP3.

Riproduzione

Essendo un formato universale, anche l’MP3 può essere riprodotto da qualsiasi lettore audio o multimediale più comune, compresi iTunes di Mac e Windows Media Player. Se non riuscite a trovare un file MP3 che avete bisogno di riprodurre, consultate questo articolo sul recupero dei file MP3 perduti.

mp4-mov-mp3-mpeg-formats


Terza Parte: In Cosa Consiste il Formato MPEG4?

Se pensate che MPEG4 e MP4 siano la stessa cosa, state scoprire che non è proprio così. MPEG4 è un contenitore multimediale che costituisce una forma evoluta degli standard MPEG1 e MPEG2. L’MPEG4 comprende sia i formati aperti che quelli patentati sviluppati da Moving Pictures Expert Group. Parliamo quindi di tutti i file audio e video con estensioni quali mp4, m4a, m4p, m4v e m4r.

  • Il contenitore MPEG-4 Part 14 comprende il noto formato MP4, nonché numerosi standard ISO.
  • Moltissimi formati MPEG4 sono utilizzati quotidianamente per archiviare, trasferire e comprimere contenuti audio, video e testuali.
  • La parte 10 del contenitore MPEG4 comprende Advanced Video Coding, utilizzata dai codificatori Nero Digital AVC, QuickTime 7 e x264.
  • Il sistema Digital Rights Management (Gestione dei Diritti Digitali) è standardizzato dal contenitore MPEG4 al fine di proteggere i file video e audio dalla pirateria.

Vantaggi

  • L’MPEG4 è un ampio contenitore che comprende moltissimi formati audio e video.
  • Può essere usato per comprimere, archiviare e trasferire canzoni, audiolibri, video e molto altro. Può essere anche usato per lo streaming multimediale in multisale, su televisori digitali, online, ecc.
  • Poiché comprende sia tecniche di compressione con perdita che senza perdita, l’utente può selezionare quella che più fa al proprio caso.

Riproduzione

I formati universali compresi nel contenitore MPEG4 (come l’MP4) sono supportati da quasi tutti i lettori multimediali, tra cui QuickTime, VLC e Windows Media Player. Sono però presenti anche delle estensioni ISO specifiche che necessitano di lettori particolari.

mp4-mov-mp3-mpeg-formats


Quarta Parte: In Cosa Consiste il Formato MOV?

Ora che conosciamo meglio i formati MP3 e MP4, è arrivato il momento di scoprire un altro formato popolarissimo: il MOV. Sviluppato da Apple, questo formato multimediale brevettato presenta le estensioni .mov e .qt. I file MOV possono contenere contenuti audio, video e testuali, specificamente progettati per la lettura con il framework di QuickTime. Ecco perché il formato MOV è anche noto come il formato Quick Time.

  • Inizialmente, il formato era supportato solamente dal lettore QuickTime di Mac, ma ha gradualmente guadagnato popolarità ed è ora supportato anche da altri lettori.
  • Il formato è molto simile all’MP4, ma al contrario di quest’ultimo non è aperto.
  • Il contenitore MOV supporta la compressione dati con e senza perdita.

Vantaggi

  • Il formato può essere utilizzato per formattare video con sottotitoli.
  • Può essere utilizzato anche nell’ambiente videoludico e per i file video riprodotti dalle console di gioco.
  • La compressione con perdita permette di ridurre in modo considerevole le dimensioni originale dei file.

Riproduzione

La gran parte delle applicazioni che supporta i file MP4 può riprodurre anche i video in formato MOV. Per gli utenti Mac è sufficiente fare uso del lettore QuickTime incorporato, mentre gli utenti Windows possono utilizzare Windows Media Player o VLC Player.

Non riuscite a riprodurre i video MOV? Scoprite subito come fare per riparare i video MOV corrotti.
- lettura di 2 minuti.

mp4-mov-mp3-mpeg-formats


Quinta Parte: MP4, MP3, MOV e MPEG4 a Confronto

Adesso che abbiamo familiarizzato con l’MP4 e gli altri formati audio/video più noti, vediamo insieme di scoprire quali sono le differenze sostanziali tra di loro. Ecco quali sono le caratteristiche principali dei formati MP4, MP3, MPEG4 e MOV a confronto.

Formato MP4 MP3 MPEG4 MOV
Media Supportati Video, audio e testo Audio Video, audio e testo Video, audio e testo
Compressione Con e Senza Perdita Senza Perdita Con e Senza Perdita Con e Senza Perdita
Aperto No
Compatibilità Universale Universale Universale Limitata
Utilizzo Streaming e compressione dei video, riproduzione di video con sottotitoli Compressione, archiviazione e trasferimento di file audio È un formato contenitore usato per comprimere e gestire i file audio/video Riproduzione di video con sottotitoli e compressione dei video
Se siete alla ricerca di una guida completa alla riparazione di video MP4 e MOV su Mac, cliccate qui .
- lettura di 2 minuti.

Come Eseguire la Conversione Tra Formati

Può capitare che risulti necessario eseguire la conversione di un file in un altro formato per evitare problemi di compatibilità. Per esempio, poiché il formato MOV non è supportato da tutti i lettori multimediali, si può pensare di convertirlo in un altro formato.

Prima Soluzione: Utilizzo di un Convertitore Online

Se volete risparmiarvi la scocciatura di scaricare un programma di terze parti per convertire il video, nessun problema. Esistono moltissimi strumenti online (per lo più gratuiti) che consentono di eseguire questa procedura. Tra i più comuni convertitori di file online ci sono are Online Video Converter, Covertio, KeepVid, ZamZar, ChipChamp. La maggior parte di questi servizi opera nello stesso esatto modo. È sufficiente caricare il video da convertire e selezionare il formato di destinazione. Per il resto, il sito si occuperà della conversione e poi permetterà di scaricare il risultato.

Prima Soluzione: Utilizzo di un Convertitore Offline

Se vi capita di convertire in modo frequente, è sconveniente affidarsi a servizi online. Molto meglio scaricare un buon programma, così da ottenere risultati di qualità più elevata. Alcuni dei più noti programmi per la conversione sono Total Video Converter, Any Video Converter, FreeMake Converter, Video Soft e Next Video Converter. Questi software possono essere scaricati gratuitamente sul computer e utilizzati con grande intuitività. Basta caricare il video, selezionare il formato di destinazione e avviare la conversione. In questo modo potrete eseguire comodamente le vostre conversioni senza essere costretti a visitare un sito apposito ogni singola volta.

Accanto alle soluzioni gratuite, naturalmente, ce ne sono moltissime a pagamento, che richiedono l’acquisto di un software. Se siete professionisti e avete bisogno di conversioni senza perdita, è sicuramente consigliato comprare un software professionale.


Sesta Parte: Come Riparare e Recuperare i Video

Non è raro che ci si ritrovi con dei video corrotti, danneggiati o addirittura cancellati per errore. Per fortuna esistono programmi che possono venire in nostro aiuto e permetterci di ovviare al problema.

Le tipologie e le modalità di corruzione sono tantissime. A seguire elencheremo alcune delle più comuni.

  • Il supporto di archiviazione del video è danneggiato.
  • I meta dati del file video sono stati alterati.
  • Il lettore multimediale ha danneggiato il file.
  • Si è verificata una perdita durante il trasferimento del video.
  • La corruzione è stata causata da un malware o da un virus.
  • Conversione forzata del formato del file.
  • Conversione del formato del file utilizzando un software online/offline non affidabile.
  • Altre occorrenze legate alla manomissione dei file o dei supporti di archiviazione.

Fortunatamente qualsiasi tipo di corruzione o danno legato ai file video può essere corretto usando il fenomenale Recoverit Video Repair. Sviluppato da Wondershare, questo eccezionale strumento per la riparazione dei video è compatibile con tutti i principali formati, compresi MP4, MPEG4, MOV e FLV. Dai video che si bloccano a quelli corrotti, Recoverit è in grado di correggerli tutti!

Primo Passaggio: Aggiunta del video danneggiato

Per prima cosa, cliccate sul pulsante "Aggiungi" oppure su "Aggiungi video e avvia riparazione" per caricare il video danneggiato.

add-videos

Secondo Passaggio: Riparazione del video

Una volta caricato il video, cliccate su "Ripara" per eseguire l’operazione. Un comodo indicatore su schermo vi comunicherà lo stato di avanzamento.

scan-videos

Terzo Passaggio: Anteprima e salvataggio del video

Al termine della riparazione, potrete visualizzare un’anteprima del video riparato. Se il risultato vi soddisfa, procedete pure con il salvataggio del file. E questo è tutto!

preview-videos

Quarto Passaggio: Riparazione avanzata (facoltativo)

Qualora la riparazione rapida non fosse riuscita a risolvere il problema, potete sempre provare la modalità "Riparazione Avanzata". Per farlo è necessario caricare un video campione (che sia dello stesso formato di quello corrotto) che verrà utilizzato come riferimento per la riparazione.

add-sample-videos

Una volta conclusa la procedura, potrete scegliere la cartella di destinazione del video riparato.

save-videos-path

Et voilà! Dopo aver letto questa guida non dovreste più avere alcun dubbio circa le differenze tra i formati MP3, MP4, MPEG4 e MOV. E semmai doveste trovarvi a fare i conti con un video corrottosi durante il trasferimento o la conversione, nessuna paura! Potete fare affidamento sul fantastico Recoverit Video Repair. Consigliato da professionisti ed esperti, questo software vi permetterà di riparare velocemente e senza difficoltà qualsiasi tipo di video danneggiato.

Qual è la differenza tra MPEG, MPEG4 e H264?
Articoli Popolari
Vedi PiùVedi Meno

Alex Nappi

staff Editor

0 Comment(s)
Home | Risorse | Recupero Video | MP4, MP3, MOV e MPEG4: Differenze e Caratteristiche a Confronto